Mensa o Catering

Con nota inviata a tutti i Comuni il 12 marzo 2021, Regione Lombardia ha precisato le modalità di svolgimento dell’attività di servizio sostitutivo di mensa aziendale o catering continuativo da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (disponibile nella sezione Documenti di questa news).

Le indicazioni regionali si intendono valide per tutto il periodo dell’emergenza sanitaria e sono finalizzate alla semplificazione delle procedure amministrative in capo alle imprese e all’assunzione di un orientamento univoco fra tutti i Comuni della Lombardia e prevedono che gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande possano svolgere tale attività a seguito di una sola preventiva comunicazione al Comune (modello disponibile nella sezione Documenti di questa news), pertanto senza obbligo di presentazione di un ulteriore Scia e senza necessità di integrazione dei codici ATECO.

L’attività deve essere svolta nel rispetto delle disposizioni contenute nella circolare del Ministero dell’Interno del 6 marzo 2021 e precisamente:

  • Osservanza delle misure anticontagio;
  • Stipulazione di contratti per la fornitura del servizio mensa sottoscritti con le aziende corredati dagli elenchi nominativi del personale preventivamente individuato quale beneficiario del servizio (da tenere disponibili per la pronta esibizione in caso di controlli).

Tale opzione è limitata alle aziende, mentre non è ritenuta possibile per i titolari di partite Iva e per i liberi professionisti.

Le suddette disposizioni valgono per tutte le zone (gialla, arancione, rossa).