P22 – Voglio accedere al fondo per l’assegnazione di contributi per il pagamento delle utenze domestiche (elettricità, gas, acqua) rev.0 del 18.11.2020

 

In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. 168 del 17/11/2020 è indetto un avviso pubblico per la concessione di contributi economici comunali ai cittadini titolari di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione, o titolari di contratti di locazione o di comodato gratuito registrato, finalizzati alla copertura, anche parziale, delle spese relative alle utenze domestiche di elettricità, acqua e gas riferite all’abitazione di residenza sita nel territorio comunale.

REQUISITI DEI RICHIEDENTI IL CONTRIBUTO

Possono fare domanda i cittadini che sono in possesso dei seguenti requisiti:

A) CITTADINANZA italiana, oppure cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea, oppure cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione Europea; in questo ultimo caso, solo se in possesso di permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno, o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. In caso di permesso di soggiorno scaduto, è ammissibile la domanda di contributo qualora sia stata presentata domanda di rinnovo; in tal caso dovrà essere allegata copia della ricevuta del relativo pagamento effettuato.

B) RESIDENZA anagrafica nel Comune di Settimo Milanese da almeno un anno alla data di presentazione della domanda, nonché nell’alloggio oggetto del contratto di locazione o di cui si è titolari del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione.

C) TITOLARITA’ DI:

  • contratto di locazione o sublocazione ad uso abitativo, o di comodato gratuito, di un alloggio ubicato nel Comune di Settimo Milanese, regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate e adibito ad abitazione principale. Non sono ammissibili i contratti ad uso transitorio o stipulati esclusivamente per finalità turistiche (art. 1, comma 1, Legge n. 431/98), oppure
  • un contratto d’assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa a proprietà indivisa, oppure
  • un contratto di locazione di alloggio appartenente a Servizi Abitativi Pubblici (case popolari);
  • atto di proprietà, uso, usufrutto o abitazione di un alloggio ubicato nel territorio di Settimo Milanese e adibito ad abitazione principale.

D) VALORE ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) relativo al nucleo familiare non superiore a € 15.000,00;

Il valore ISEE da prendere in considerazione è quello “ORDINARIO” per le prestazioni sociali agevolate, oppure ISEE “CORRENTE”; in entrambi i casi l’attestazione deve essere in corso di validità al momento della presentazione della domanda.

In mancanza di ATTESTAZIONE ISEE, i richiedenti, al momento della domanda, dovranno essere in possesso almeno della Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE (DSU) resa ai sensi della normativa vigente, pena l’esclusione dalla graduatoria.

Non saranno ammesse le domande che presenteranno attestazioni ISEE riportanti difformità riscontrate dall’INPS.

MODALITA’ DI REDAZIONE GRADUATORIA – PRIORITA’- ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

La graduatoria sarà formata da due distinti elenchi, elaborati in base ai seguenti criteri:

  • ELENCO “A”: sarà costituito dalle domande, poste in ordine crescente di valore ISEE (dal più basso al più elevato), nelle quali risulti, da dichiarazione contenuta nel modulo, una perdita di reddito complessivo familiare dal 01/03/2020, causata da: licenziamento, mancato rinnovo di contratto a termine, cassa integrazione, grave malattia o decesso, di almeno un componente percettore di reddito.
  • ELENCO “B”: sarà costituito dalle domande nelle quali non sia stata dichiarata la perdita di reddito, poste in ordine crescente di valore ISEE (dal più basso al più elevato).

I contributi verranno concessi mediante scorrimento delle graduatorie, con priorità all’ELENCOA”, fino ad esaurimento delle risorse comunali disponibili, che ammontano a complessivi €50.000,00.

A parità di valore ISEE, la collocazione nei due distinti elenchi avverrà in ordine di arrivo dell’istanza al Protocollo dell’Ente.

Il contributo erogabile è pari al valore delle bollette relative al periodo novembre 2019-ottobre 2020, fino ad un massimo di €1.200,00 per nucleo familiare richiedente. L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di rimodulare il tetto del contributo erogabile, al fine di soddisfare il maggior numero possibile di istanze presentate.

Successivamente alla pubblicazione delle graduatorie, per ottenere il pagamento del contributo i beneficiari dovranno presentare copia delle fatture emesse dai fornitori delle utenze elettriche, gas e acqua, e delle relative ricevute di pagamento. In mancanza di adeguata documentazione, il beneficio verrà revocato ed assegnato ad altro concorrente, scorrendo l’eventuale lista d’attesa delle graduatorie.

I contratti di fornitura dovranno essere intestati al richiedente il contributo, o a componente del suo nucleo familiare.

Nel caso di abitazioni che fruiscono di utenze centralizzate, il contributo sarà calcolato e pagato, con le stesse modalità sopra evidenziate, in base alle quote relative alle forniture di acqua, elettricità e gas attribuite al nucleo familiare richiedente ed evidenziate nel riparto del bilancio condominiale (dietro presentazione delle ricevute di pagamento delle rate condominiali).

In alternativa, potrà essere presentata attestazione dell’Amministratore Condominiale, che riporti i valori delle utenze assegnate al nucleo familiare richiedente il contributo e ne attesti il relativo pagamento.

Nel caso in cui risultassero spese per utenze non pagate, il Comune provvederà a liquidare il contributo con quietanza ai fornitori o al Condominio.

MOROSITÀ O SFRATTO

Il mancato pagamento da parte del conduttore del canone di locazione al locatore (morosità accertata giudizialmente o con procedimento di intimazione di sfratto avviato) non è causa di esclusione dal contributo.

ACCERTAMENTI DEL COMUNE

Ai sensi della Legge n. 241/1990 e s.m.i, in sede d’istruttoria, il Comune potrà chiedere il rilascio o la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete e potrà esperire accertamenti tecnici ed ispezioni, nonchè ordinare esibizioni documentali atte a dimostrare la completezza, la veridicità e la congruità dei dati dichiarati, oltreché finalizzate alla correzione di errori materiali o di modesta entità. L’attestazione ISEE rilasciata dall’INPS ai sensi del D.P.C.M. n. 159/2013 e s.m.i., contenente i dati reddituali, patrimoniali mobiliari ed immobiliari del nucleo familiare richiedente, ha valenza di certificazione di veridicità, in quanto dati in possesso del sistema informativo del Ministero delle Finanze.

Il richiedente dichiarerà, nella compilazione del modulo di domanda, di essere consapevole delle responsabilità penali che assume ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. n. 445/00 per la falsità negli atti, per dichiarazioni mendaci e per uso di atti falsi e di essere a conoscenza che potranno essere eseguiti controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite, ai sensi degli articoli 46, 47, 71 e 72 del D.P.R. n. 445/00.

Verrà altresì trasmesso al Comando della Guardia di Finanza competente per territorio almeno il 20% delle domande accolte e finanziate (estratte a campione o riportanti elementi di criticità), per lo svolgimento di controlli formali e sostanziali sulle dichiarazioni effettuate.

Poiché il contributo è vincolato a coprire le spese relative alle utenze domestiche di elettricità, acqua e gas riferite all’abitazione di residenza sita nel territorio comunale, ai beneficiari sarà richiesto di presentare le ricevute di pagamento di bollette/fatture relative a tali utenze, emesse successivamente alla data di riscossione del contributo, e sino alla sua concorrenza, al netto di eventuali pagamenti diretti effettuati dall’Ente ai fornitori. Coloro che non presenteranno tale documentazione non potranno accedere a contributi assistenziali erogati dal Comune, per i tre anni successivi alla data di contestazione della violazione.

ALTRE DISPOSIZIONI

I richiedenti esprimeranno altresì nella domanda il consenso scritto al trattamento dei dati personali, ai sensi del D.Lgs. n. 101 del 10 agosto 2018 recante ”Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del 27 aprile 2016”.

Il Comune non assumerà responsabilità alcuna per la dispersione delle domande, della documentazione e delle comunicazioni, dipendenti da inesatte indicazioni fornite dal richiedente, né per eventuali disguidi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

La pubblicazione sul Sito Istituzionale degli elenchi degli aventi diritto sarà effettuata conformemente alle disposizioni dell’articolo 26, comma 4 “Obblighi di pubblicazione degli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici e privati” del D.Lgs. n.14 marzo 2013, n.33.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata dal 23 novembre 2020 al 05 dicembre 2020.

L’istanza dovrà essere presentata in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, su modulo predisposto dal Comune, reperibile in formato elettronico sul sito web www.comune.settimomilanese.mi.it, oppure in formato cartaceo presso l’indirizzamento della sede comunale di piazza degli Eroi n. 5.

La domanda dovrà quindi essere sottoscritta e inviata per Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo: protocollo@postacert.comune.settimomilanese.mi.it.

Solo in caso di comprovata impossibilità ad inviare la richiesta online, sarà possibile depositare l’istanza presso lo Sportello del Cittadino di piazza degli Eroi 5, negli orari di apertura al pubblico ma soltanto previo appuntamento fissato tramite contatto ai seguenti numeri 02/33509261-262-263.

A PENA DI ESCLUSIONE, alla domanda dovrà essere OBBLIGATORIAMENTE allegata la seguente documentazione:

  1. scansione/copia di un documento d’identità del richiedente in corso di validità;
  2. solo per i cittadini non comunitari: scansione/copia del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o permesso di soggiorno non inferiore a un anno in corso di validità, oppure scansione/copia della ricevuta del pagamento effettuato a seguito di richiesta di rinnovo;
  3. scansione/copia del contratto di locazione riportante gli estremi della registrazione presso l’Agenzia delle Entrate, oppure anche copia di ricevuta dell’avvenuto pagamento dell’imposta di registro;
  4. solo per coloro che dichiareranno la perdita di reddito: scansione/copia dei relativi giustificativi (ad es.: lettera di licenziamento, oppure di cassa integrazione, oppure di mancato rinnovo del contratto a termine, oppure certificati medici attestanti la grave malattia subentrata successivamente al 01/03/2020).

PER INFORMAZIONI: Ufficio Promozione Sociale tel. 02/33509228-244 e-mail: servizisociali@comune.settimomilanese.mi.itl.ciochetta@comune.settimomilanese.mi.it