Back on top

Giornata in ricordo delle vittime delle mafie

Il 21 marzo è “La giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, un’occasione di riflessione e testimonianza in ricordo delle vittime innocenti che hanno dato la propria vita nel nome della giustizia e della legalità. E’ una giornata che nasce dal dolore di una donna. Una madre che si è chiesta come mai il nome di suo figlio, caposcorta di Giovanni Falcone, non venisse mai citato, ma liquidato con la generica espressione “i ragazzi della scorta”. Le vittime di mafia sono tante. Troppe. Ognuno con la propria storia di resistenza, impegno e dolore. Una storia che abbiamo il dovere di rispettare, ricordare e onorare, perché solo la verità raccontata e la testimonianza possono creare quella coscienza civile necessaria a scardinare le fondamenta delle mafie, di qualunque tipo e genere.

In questa giornata di memoria e impegno, facciamo nostre le parole di Rita Atria, giovane vittima della mafia, diventata il simbolo di un’intera generazione:

“L’unica speranza è non arrendersi mai. (…) e la giustizia e la verità vivrà contro tutto e tutti. L’unico sistema per eliminare tale piaga è rendere coscienti i ragazzi che vivono tra la mafia che al di fuori c’è un altro mondo fatto di cose semplici, ma belle, di purezza, un mondo dove sei trattato per ciò che sei, non perché sei figlio di questa o di quella persona, o perché hai pagato un pizzo per farti fare quel favore.

Forse un mondo onesto non esisterà mai, ma chi ci impedisce di sognare. Forse se ognuno di noi prova a cambiare, forse ce la faremo”

Non arrendiamoci. “La Verità vive!”

L’Amministrazione Comunale