P17 – Vorrei poter esprimere a domicilio il mio voto elettorale. Rev. 2 del 8.10.2018

Descrizione

Il voto a domicilio si effettua in occasione delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e delle consultazioni referendarie, mentre per le elezioni dei sindaci e dei Consigli Comunali il voto a domicilio si effettua soltanto nel caso in cui l’avente diritto al voto domiciliare dimori nell’ambito del territorio, rispettivamente, del Comune per cui è elettore.

La richiesta di voto domiciliare può essere inoltrata, oltre che dagli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, anche dagli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio del trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale.

L’elettore deve far pervenire allo Sportello del Cittadino una dichiarazione nella quale attesta la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora (6-SD-58). Tale dichiarazione deve essere presentata in un periodo compreso tra il 40° e il  20° giorno antecedente la data di votazione.

La dichiarazione, in carta libera, deve riportare, oltre alla volontà di esprimere il voto a domicilio, l’indirizzo completo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico.

La dichiarazione stessa dovrà essere corredata dalla certificazione sanitaria rilasciata dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale in data non anteriore al 45° giorno antecedente la votazione; tale certificazione medica, per non indurre incertezze, dovrà riprodurre l’esatta formulazione normativa, attestando quindi la sussistenza, in capo all’elettore, delle condizioni  di infermità di cui al comma 1, dell’art. 1 della legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Tale certificato, inoltre, potrà attestare l’eventuale necessità dell’accompagnatore per l’esercizio del voto.

Normativa di riferimento

D.L. n. 1/06, come sostituito dall’art. 1, comma 3, della legge n. 46/09.

Ufficio responsabile del procedimento e dell’istruttoria

Dipartimento Affari Generali e Comunicazione – Ufficio Elettorale – tel. 02.33509232 – e-mail elettorale@comune.settimomilanese.mi.it

Modulistica, atti e documenti da allegare

Modulo 6-SD-58

Copia della tessera elettorale

 

Certificato rilasciato dal medico designato dall’A.S.L. da cui risulta “l’esistenza di infermità fisica che comporta la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire al/alla sottoscritto/a di recarsi al seggio” (1)

ovvero

Certificato rilasciato dal medico designato dall’A.S.L. attestante l’esistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 dell’art. 1 della L. 46/2009, con prognosi di 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio (1)

 

(1) Il certificato non deve essere in data anteriore al 45° giorno antecedente la votazione

Modalità di pagamento

//

Link di accesso al servizio on line

Non è disponibile né prevista l’implementazione di un servizio on-line per questo procedimento

Termine del procedimento

E’ possibile presentare la domanda nel periodo compreso tra il 40° e il  20° giorno antecedente la data di votazione.

Tempi della qualità

L’erogazione è immediata

Soggetto cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia

Giulio Notarianni – Segretario generale – tel. 02-33509206 –   mail: garantetermini@comune.settimomilanese.mi.i