Comunicato per la Fase 2

Ieri sono stati pubblicati il nuovo decreto con relativi allegati e l’ordinanza regionale n. 547. In base alle nuove regole le decisioni dell’Amministrazione Comunale sono le seguenti:
1) Le aree gioco e i campi di basket, calcio, pattinaggio restano nastrati e non accessibili anche in virtù delle disposizioni contenute nel punto 1 dell’allegato 8 del DPCM. I parchi sono accessibili e fruibili ma si ribadiscono l’obbligo ai non-assembramenti, il rispetto del distanziamento sociale e l’obbligo di indossare la mascherina (coprendo le vie aeree: sia naso che bocca);
2) resta chiusa l’area del Gamba de Legn;
3) sabato 23 maggio riapre il Bosco della Giretta con le seguenti restrizioni: nastrature delle aree gioco e delle postazioni del Percorso Vita dove previsto l’utilizzo delle mani sugli attrezzi, la rimozione dei tavoli vicini all’area griglie e l’inaccessibilità al portico;
4) restano in vigore le misure per l’accesso agli orti e alle aree cani;
5) da mercoledì 20 maggio saranno ripristinati i parcheggi a disco orario su tutto il territorio a fronte delle riaperture;
6) il mercato sarà completo delle diverse categorie merceologiche. Nel rispetto delle modalità di organizzazione e controllo l’entrata e l’uscita saranno distinte e presidiate, la temperatura verrà rilevata all’ingresso dell’area, sono obbligatori mascherina e guanti monouso, sarà indicato un percorso a senso unico tra le bancarelle.
Chiediamo a tutti il rispetto delle misure e delle regole. Questa parte della FASE 2 è particolarmente importante: in queste settimane dobbiamo dimostrare di aver compreso quali sono i rischi che corriamo. Non possiamo permetterci né come società di uomini e donne, né come economia di richiudere tutto! Se dimostreremo rispetto e intelligenza nelle prossime settimane potremo vivere nuove aperture. Siamo responsabili delle nostre azioni: ognuno di noi. Non è stato facile decidere di tenere ancora limiti e freni ma lo abbiamo fatto per tutelare la nostra città. L’emergenza sanitaria sta rientrando ma non è finita.
Non dobbiamo mollare la presa.

La Giunta Comunale