Sostituzione filare

La settimana dal 9 al 13 marzo si procederà al rinnovo del filare di pioppi cipressini di via Archimede a Seguro.
Le piante, in età avanzata ed in stato fisiologico di maturità sono oggetto di drastiche potature periodiche di capitozzatura in quanto si trovano al di sotto di una linea di alta tensione. Per ragioni di sicurezza infatti il gestore richiede periodicamente il contenimento della chioma tramite una riduzione in altezza delle stesse. Questi periodici interventi costringono il Comune, proprietario del bene, ad intervenire raccorciando gli abituali turni di potatura che di solito caratterizzano gli alberi (5-6 anni contro i 3 richiesti).
Le pratiche di capitozzatura apportano alle piante grandi ferite che non riescono a rimarginare e che rappresentano punti di ingresso per funghi patogeni agenti di carie del legno. Oltre a questo da rilevare che l’asportazione completa della chioma porta alla formazione di nuovi rami in primavera che saranno inseriti debolmente sulla pianta in quanto derivanti da gemme avventizie e, quindi, potrebbero rompersi facilmente in occasione di eventi ventosi.
Oltre a queste considerazioni va affiancata una più ampia riflessione che tiene conto dei danni ai cordoni radicali superficiali, che rappresentano quasi una costante, in ogni ambito, e che sfalcio dopo sfalcio continuano ad essere inflitti alle piante, delle caratteristiche biomeccaniche della specie, degli eventi meteorologici avversi sempre più frequenti e soprattutto del rango di rischio connesso alla presenza degli alberi, in questi casi “significativo”, in relazione quindi alla fruizione e alla vulnerabilità dei luoghi in cui questi alberi si trovano.
I pioppi cipressini sono specie poco adatta all’ambiente urbano, che andrebbe coltivata secondo un preciso turno di rinnovo di 20-25 anni. La specie pur essendo a rapido accrescimento per contro è poco longeva e, a maturità, evidenzia ricorrenti problemi riconducibili a processi di degradazione del legno. Nel filare, già in passato, si è dovuto ricorrere ad alcuni abbattimenti per assicurare la sicurezza dei luoghi.
Per questi motivi si è deciso di approntare una sostituzione del filare. In sostituzione delle piante abbattute verranno messe a dimora nuovi soggetti di frassino meridionale (Faxinus angustifolia) pianta tipica della pianura padana e che a maturità raggiunge dimensioni che non interferiranno con la linea dell’alta tensione presente.
Per le stesse ragioni verranno abbattuti anche i quattro pioppi cipressini presenti nel parco attrezzato di via Barni.